Da Premio di pittura a Premio d'arte

Data di pubblicazione:
27 Gennaio 2022
Da Premio di pittura a Premio d'arte

Il "Premio di pittura Comune di Sarezzo" è nato nel 1992.

L’allora Assessore alla Cultura, Giuliano Benini, decise di provare a introdurre un appuntamento artistico da proporre ogni anno in concomitanza con la festività di San Faustino, patrono di Sarezzo. Inizialmente il premio fu articolato in più sezioni. Gli artisti potevano partecipare con un’opera di grafica, oppure con un’opera a tema, oppure nella sezione a tema libero. Già nelle prime edizioni ci fu una buona risposta di artisti locali alla manifestazione. Grazie anche al contributo del "Comitato San Faustino", il premio catturò un’attenzione sempre crescente nel panorama artistico provinciale.

Con la sesta edizione l’Amministrazione comunale si pose l’obiettivo di fare ulteriormente crescere la manifestazione, soprattutto dal punto di vista qualitativo. Venne proposta un’unica sezione a tema libero e i premi ai vincitori, grazie anche al decisivo contributo di sponsor locali, iniziarono a diventare interessanti anche per artisti di un certo prestigio. Inoltre iniziò ad occuparsi del coordinamento della mostra un professionista del settore, il pittore Giovanni B. Tomasoni. Grazie al suo decisivo contributo professionale e alla sua grande passione per l’arte, che ha contraddistinto tutta la sua vita fino al momento della prematura scomparsa avvenuta nel novembre 2004, il premio ha progressivamente raggiunto livelli qualitativi di tutto rispetto ed una notorietà che ormai si estende all’intero territorio nazionale. Dall’edizione 2005 all'edizione 2010 la coordinatrice del premio è stata l’artista bresciana Raffaella Formenti.

Dagli anni successivi il coordinamento è stato realizzato internamente dall'Ufficio Servizi Culturali, sotto la supervisione del Direttore Don Giuseppe Fusari.

Nell'anno 2017, in occasione del 26° anniversario del premio, è stata introdotta anche la sezione "Scultura" e il nome del premio è diventato "Premio d'arte Comune di Sarezzo". La decisione è stata accolta con favore dagli artisti, che hanno partecipato in buon numero anche a questa nuova sezione, portando il numero complessivo dei partecipanti ad oltre 100 ogni anno.

Nell'anno 2020 è stato nominato Presidente della giuria il Prof. Paolo Sacchini, critico d'arte e direttore della collezione Paolo VI - arte contemporanea, museo Associazione Arte e Spiritualità di Concesio.

Ufficio competente

Ultimo aggiornamento

Giovedi 18 Agosto 2022