Assegno Nucleo Familiare

Data di pubblicazione:
17 Settembre 2021

L’assegno per il nucleo familiare è un contributo concesso dal Comune a favore dei nuclei familiari, con almeno tre figli minorenni, il cui valore ISEE non superi determinati parametri, rivalutati annualmente. I figli possono essere figli propri, del coniuge o in affidamento preadottivo, ma devono risultare effettivamente residenti con il richiedente. L'importo dell'assegno è determinato ogni anno e il contributo viene erogato dall’INPS con cadenza semestrale

 

Requisiti:

Può presentare domanda il genitore (madre o padre) o esercente patria potestà:

  • cittadino/a italiano/a o comunitario/a, cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo, ai familiari non aventi la cittadinanza di uno stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente.
  • nel cui nucleo familiare anagrafico risultino presenti almeno tre minori di età inferiore ai 18 anni, effettivamente residenti con il richiedente. Per figli si intendono quelli naturali, adottivi o in affido preadottivo del richiedente e/o del coniuge e sui quali il richiedente e/o il coniuge eserciti la potestà genitoriale. Questo requisito non si considera soddisfatto se qualcuno dei tre figli minori, anche se risultante nella famiglia anagrafica del richiedente, è in affidamento presso terzi ai sensi dell’articolo 2 della legge n. 184 del 1983;
  • Attestazione ISEE uguale o inferiore a € 8.555,99 per l'anno 2015

 

Dove si presenta la domanda:

All’Ufficio ISEE del Comune si riceve con appuntamento.

Alla domanda dovrà essere allegata:

  • copia dell'Attestazione ISEE ai sensi del DPCM n. 159/2013;
  • documento di identità della richiedente in corso di validità;
  • per i cittadini extracomunitari copia permesso CE per soggiornanti di lungo periodo (carta di soggiorno rilasciata prima del D.lgs 3/07, carta di soggiorno di familiare di cittadino dell'UE, carta di soggiorno permanente per i familiari di cittadino UE), o attestazione di rifugiato politico o avente protezione sussidiaria;
  • IBAN relativo a c/c bancario o postale.

Il contributo viene erogato per i mesi dell’anno in cui sono stati effettivamente presenti nel nucleo familiare almeno tre figli con età inferiore ai 18 anni (se per esempio il terzo figlio minore diventa maggiorenne nel mese di luglio, gli assegni spettano fino al mese di luglio compreso).

Il Comune accerta l’esistenza dei requisiti ed emette il provvedimento di concessione, dandone comunicazione all’INPS, ente incaricato dell’erogazione del contributo.

Il Comune effettua controlli sulla composizione del nucleo familiare e sulla situazione economica, anche attraverso accertamenti. Se saranno riscontrate falsità, oltre alle conseguenze penali a carico di chi ha dichiarato il falso, gli assegni non saranno concessi o, eventualmente,revocati.

 

Scadenza:

La domanda si presenta ogni anno, entro il 31 gennaio dell'anno successivo a quello per il quale è richiesta la prestazione.

 

Valutazione anno 2015:

Se spettante nella misura intera, è pari a €. 141,30 mensili per 13 mensilità, per complessivi

€ 1.836,90 in base all’indicatore della situazione economica equivalente

 

Chi contattare

Referente: Naddia Picchi

Indirizzo: Via Giuseppe Zanardelli, 05 (Piano terra)

Tel.: 030/8936264

Fax: 030/8936291

E-mailpicchi.naddia@comune.sarezzo.bs.it

Ricevimento al pubblico:Su appuntamento

 

 

Normativa di riferimento

Legge 448/98 "Finanziaria", Artt. 65 e 66

Legge 388/00 "Finanziaria", Art. 80

D.P.C.M. 21/12/2000, n. 452 "Regolamento recante disposizioni in materia di assegni di maternità e per il nucleo familiare, in attuazione dell'articolo 49 della legge 22 dicembre 1999, n. 488, e degli articoli 65 e 66 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 - art. 14

Legge 97/2013 - art. 13

Ultimo aggiornamento

Venerdi 18 Marzo 2022